EBIL - Ente Bilaterale Nazionale Imprese e Lavoratori

 

EBIL è un ente bilaterale ovvero un’associazione senza scopo di lucro tra organizzazioni imprenditoriali  e sindacati dei lavoratori che copre tutto l’arco produttivo delle aziende.

 

L’attivazione è voluta dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del settore per dare servizi ai lavoratori ed alle imprese. 

 

In esecuzione a quanto stabilito dai Contratti Collettivi Nazionali di lavoro sottoscritti e da sottoscrivere tra le parti  depositati presso il CNEL, al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed a tutti gli Enti Previdenziali ed assistenziali preposti, è costituito l’Ente Bilaterale Nazionale denominato "Ente Bilaterale Nazionale imprese e lavoratori” in sigla " EBIL", associazione non riconosciuta ai sensi dell'art. 36 e seguenti del codice civile. tra:

 

(Confederazione Sindacale Datoriale Associazione Nazionale delle Micro, Piccole e Medie Imprese)

 

(Federazione Sindacati Industria, Commercio e Artigianato) 

 

L’Ente costituisce lo strumento per il coordinamento e per lo svolgimento delle attività individuate per gli Enti Bilaterali in materia di occupazione, mercato del lavoro, formazione e qualificazioni professionali, previsti dai CCNL sottoscritti e dagli accordi  dalle parti sociali a livello nazionale come definiti in conseguenza dei lavori della Commissione paritetica per la bilateralità.

 

Le attività di competenza di E.B.I.L. possono essere così sintetizzate:

  • attività di studio e ricerca che verranno svolte tramite l’Osservatorio Nazionale, ovvero, mediante la realizzazione di progetti speciali, intendendosi per tali tutte quelle attività di natura non ripetitiva, avviate da E.B.I.L. per il raggiungimento di obiettivi specifici o per la messa a punto di nuovi servizi”, su mandato del Consiglio Direttivo e della Presidenza, nel rispetto dei compiti attribuiti da statuto;
  • certificazione dei contratti di lavoro e di regolarità o congruità contributiva; 
  • sviluppo di azioni inerenti la salute e la sicurezza sul lavoro; ogni altra attività o funzione assegnata loro dalla legge o dai contratti collettivi di riferimento;
  • attività di supporto, coordinamento e monitoraggio sulle attività svolte dagli Enti Bilaterali Territoriali;
  • attività/servizi a favore delle imprese multi localizzate;
  • attività di supporto, informazione e raccordo verso la Commissione Paritetica per la Bilateralità sui contratti.

Altre attività / servizi, che rientrano nelle finalità di E.B.I.L., potranno essere avviati a seguito di delibera degli organi di E.B.I.L.,

 

Atto Costitutivo e Statuto.PDF
PDF File [148.9 KB]

 

Quali sono i riferimenti normativi affinché un Ente Bilaterale/Organismo Paritetico possa definirsi “regolarmente costituito”?

 

Nella circolare n. 20 del 29 luglio 2011 il MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI (Direzione generale della tutela delle condizioni di lavoro-Divisione III), nel sottolineare, correttamente, che tutta la normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro attribuisce un ruolo fondamentale alla bilateralità, quale strumento di supporto alle imprese e ai lavoratori, vengono indicati i criteri identificativi dei soggetti abilitati a svolgere i compiti che il Decreto Legislativo n. 81/2008 riserva agli enti e agli organismi bilaterali.

 

A tal fine il Ministero ha ivi richiamato l’art. 2 del Decreto Legislativo 10 settembre 2003, n. 276 e s.m.i. e l’art. 2 comma 1 lettera ee) del Decreto Legislativo n. 81/2008, che per comodità di chi legge se ne riporta il contenuto.

l’art. 2 lettera h) del Decreto legislativo 10 settembre 2003 n. 276 definisce gli enti bilaterali:

 

<< organismi costituiti a iniziativa di una o più associazioni dei datori e dei prestatori di lavoro comparativamente più rappresentative, quali sedi privilegiate per la regolazione del mercato del lavoro attraverso: la promozione di una occupazione regolare e di qualità, l’intermediazione nell’incontro tra domanda e offerta di lavoro; la programmazione di attività formative e la determinazione di modalità di attuazione della formazione professionale in azienda; la promozione di buone pratiche contro la discriminazione e per la inclusione dei soggetti più svantaggiati; la gestione mutualistica di fondi per la formazione e l’integrazione del reddito; la certificazione dei contratti di lavoro e di regolarità o congruità contributiva; lo sviluppo di azioni inerenti la salute e la sicurezza sul lavoro; ogni altra attività o funzione assegnata loro dalla legge o dai contratti collettivi di riferimento>>.;

 

l’art. 2 comma 1 lettera ee) del Decreto Legislativo n. 81/2008, definisce quali organismi paritetici: organismi costituiti a iniziativa di una o più associazioni dei datori e dei prestatori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, quali sedi privilegiate per: la programmazione di attività formative e l’elaborazione e la raccolta di buone prassi ai fini prevenzionistici; lo sviluppo di azioni inerenti alla salute e alla sicurezza sul lavoro; l’assistenza alle imprese finalizzata all’attuazione degli adempimenti in materia; ogni altra attività o funzione assegnata loro dalla legge o dai contratti collettivi di riferimento.

EBIL​

Piazza Augusto Lorenzini 23 

00149 - ROMA

 

Tel.: 06/56548360

WhatsApp: +390656548360

Email: info@entebilateraleebil.org

PEC: entebilateraleebil@legalmail.it

Web: www.ebil.it

Stampa Stampa | Mappa del sito
© EBIL - Piazza A.Lorenzini 23 - 00149 ROMA - CF: 97753240585